Skip to content →

LA PSICOANALISI: PER SAPERNE DI PIU’…


La Psicoanalisi è uno strumento per l’indagine di processi psichici ai quali non si può accedere altrimenti.

La Psicoanalisi è un metodo terapeutico, basato su tale indagine, per il trattamento dei disturbi nevrotici.

La Psicoanalisi è una serie di conoscenze psicologiche che convergono in una disciplina scientifica (Sigmund Freud. 1922).

Considerando questi tre livelli come interconnessi, la psicoanalisi può essere definita come una teoria generale che trova declinazioni diverse a seconda delle applicazioni.

Con riferimento ai campi di applicazione, partendo dalle psiconevrosi (nevrosi isterica, nevrosi fobica-ossessiva) la psicoanalisi è stata applicata in seguito a diverse forme psicopatologiche di personalità: depressiva-maniacale, melanconica, antisociale, narcisistica, schizoide, masochistica distruttiva e borderline. La cura psicoanalitica è stata estesa anche ai bambini e agli adolescenti e può essere applicata alla coppia, e ai gruppi.

Caratteristiche distintive della psicoanalisi sono:

  • l’attenzione agli affetti e all’espressione delle emozioni
  • l’esplorazione di desideri, sogni e fantasie
  • l’enfasi sulle esperienze del passato
  • l’esplorazione delle resistenze dei pazienti
  • l’identificazione di schemi ripetitivi nel corso della vita
  • l’attenzione alle esperienze interpersonali
  • l’attenzione alla relazione terapeutica

CHE COS’E’ L’INCONSCIO?

L’inconscio, secondo Freud, è il “serbatoio” di sentimenti, pensieri, emozioni e ricordi che si trovano al fuori della consapevolezza cosciente”. Questi elementi possono influenzare il nostro comportamento e le nostre esperienze rendendoci a volte inconsapevoli di quello che facciamo e del perché.

Attraverso un percorso di psicoanalisi il paziente può diventare consapevole di questi processi inconsci e modificare comportamenti non favorevoli al suo benessere.

A CHI E’ CONSIGLIATA LA PSICOTERAPIA PSICOANALITICA?

La cura psicoanalitica è consigliata a chi sente l’esigenza di conoscere meglio se stesso e desidera un cambiamento. Spesso la motivazione per iniziare un percorso di terapia è un sentimento di insoddisfazione e il bisogno di trovare qualcuno con cui parlare del proprio mondo psichico ed emotivo.

I modi in cui si manifesta la sofferenza psichica possono essere molteplici.

Le persone possono manifestare sintomi psichici per arginare stati di inibizione, di ansietà, di depressione. Questi sintomi possono essere considerati come “soluzioni” ai conflitti psichici.

I conflitti psichici irrisolti possono manifestarsi anche come profondo malessere, che rende il vivere quotidiano privo di interesse e toglie al futuro una prospettiva positiva.

La sofferenza psicologica può esprimersi anche attraverso malattie somatiche. Quando è il corpo che esprime la sofferenza che ha origine nella psiche, la cura sul piano psicologico non è meno importante degli interventi medici e va attuata assieme ad essi.

La sofferenza psichica può inoltre manifestarsi in comportamenti pericolosi e di tipo compulsivo che, proprio per queste caratteristiche possono essere considerati veri e propri sintomi. Tra questi comportamenti possiamo includere le tossicomanie e i disturbi alimentari.

In vista di un progetto di psicoterapia non è tanto la qualità dei sintomi psichici che deve essere considerata, quanto piuttosto la motivazione che la persona sente nel rivolgersi ad un analista per poter entrare in contatto, attraverso le parole, con la propria realtà psichica e modificarla.

Una buona psicoterapia psicoanalitica è in grado di cambiare il destino di una persona. Invitando il paziente a pensare, raccontare e riflettere si sviluppa un dialogo all’interno di una relazione unica che crea le condizioni perché si realizzi un processo di cambiamento.

 

Se desideri contattarmi per avere ulteriori informazioni sulla mia attività di Psicoterapeuta e Psicologa a Reggio Emilia in via Che Guevara n.55 e Castelfranco Emilia in Corso Martiri 222, prenota un primo colloquio, puoi chiamarmi al 333.8491968, inviare una email all’indirizzo barbara.gardini@hotmail.com